Mondo Alu

Ciclo e riciclo dell’alluminio

Il riciclo e i suoi prodotti
nuove vite all'infinito

L’alluminio è pronto per la fonderia dove viene fuso in forno alla temperatura di 800° e trasformato in lingotti destinati alla produzione di semilavorati, come fili, lastre e tubi, imballaggi e nuovi oggetti.

Il riciclo e i suoi prodotti
nuove vite all'infinito

L’alluminio si produce da un minerale, la bauxite, oppure dalla rifusione degli imballaggi d’alluminio attraverso il riciclo.

Il riciclo e i suoi prodotti
nuove vite all'infinito

L’alluminio è un metallo con immense possibilità di impiego nell’industria, nell’edilizia, nel settore aerospaziale, nell’elettronica e negli imballaggi.

Il riciclo e i suoi prodotti
nuove vite all'infinito

In Italia gli imballaggi in alluminio vengono sempre raccolti insieme ad altri materiali, tranne pochissime eccezioni.

Il riciclo e i suoi prodotti
nuove vite all'infinito

Al centro di selezione vengono separati dagli altri rifiuti e da eventuali metalli magnetici come il ferro. A questo punto il materiale viene pressato in balle per facilitarne il trasporto.

Le 5 regole della differenziata

In Italia la raccolta differenziata dell’alluminio è svolta in maniera molto efficiente, ma si può sempre
provare a fare di meglio. In che modo? Scopri (o ripassa) le 5 regole della raccolta differenziata!

1. NON SOLO LATTINE

Tutti gli imballaggi in alluminio sono riciclabili al 100%. Non fermarti alle lattine, l’alluminio è ovunque! Vaschette e scatolette per il cibo, bombolette spray, tubetti per creme, fogli da cucina, tappi, capsule...

2. MAI DA SOLO

L’alluminio non ha un contenitore esclusivo, si raccoglie con plastica e/o vetro. Ogni Comune fornisce le indicazioni da seguire per una corretta raccolta differenziata. Per avere più informazioni contatta l’ufficio ambiente del tuo Comune!

3. ANCHE SPORCHI PURCHÉ VUOTI

Non è importante risciacquare i contenitori per pulirli, prima di buttarli. È sufficiente eliminare i residui del contenuto.

4. PICCOLI MA PREZIOSI

Raccogli e recupera più alluminio che puoi, anche le parti più piccole come i tappi delle bibite, i coperchi dei vasetti di yogurt, le chiusure dei barattoli, i pezzetti dei fogli da cucina... Il riciclo dell’alluminio contribuisce a far risparmiare energia, ogni pezzo è fondamentale!

5. COMPATTA E APPALLOTTOLA

Riduci il volume dei rifiuti: compatta insieme i pezzi più piccoli e sottili, appallottola la carta da cucina, schiaccia le lattine e le vaschette per agevolare le fasi di selezione, fino al riciclo.

Le caratteristiche dell’alluminio

Che cosa rende l’alluminio un metallo così popolare? Scopriamolo insieme! Abbiamo scritto la classifica
delle sue 10 (più una) caratteristiche più interessanti e curiose! Quale troverai al primo posto?

1. Riciclabilità

Le caratteristiche dell’alluminio rimangono invariate al 100% all’infinito, anche dopo tantissime fasi di riciclo. L’alluminio ricavato dal recupero attraverso la raccolta differenziata prende il nome di alluminio secondario o alluminio da riciclo.

2. Diffusione

Dopo l’ossigeno e il silicio, la bauxite è il terzo elemento più abbondante in natura. La bauxite è il minerale da cui ha origine il processo di produzione dell’alluminio, e costituisce circa l’8% della superficie terrestre.

3. Costo di produzione

La produzione dell’alluminio partendo dalla bauxite ha un costo energetico di 13 kWh/kg. Di contro, la produzione di alluminio riciclato abbatte questo costo del 95%. Delle circa 31 milioni di tonnellate di alluminio che si producono ogni anno nel mondo, 7 provengono dal riciclo.

4. Duttilità e malleabilità

L’alluminio è un metallo facile da lavorare e adatto a subire processi di lavorazione sia ad alte che a basse temperature. Anche per questa ragione si presta a essere utilizzato per la fabbricazione di contenitori e di imballaggi.

5. Alta conducibilità termica

Ti sei mai chiesto perché una lattina di una bibita messa in frigorifero si raffreddi così velocemente? È tutto merito dell’alluminio, un ottimo conduttore termico, cioè un elemento permette la trasmissione di calore o di freddo con grande efficacia.

5bis. Alta conducibilità elettrica e… sonora!

L’alluminio è un valido conduttore di diverse forme di energia, non solo del calore. È un conduttore elettrico, addirittura migliore del rame! Per questo è utilizzato per produrre materiale elettrico e componenti elettroniche. Ma non solo, ha una notevole risonanza sonora, motivo per cui viene utilizzato nella costruzione di strumenti come il violino, il pianoforte…

6. Resistenza alla corrosione

Quando l’alluminio entra in contatto con l’aria si ossida immediatamente, creando una barriera protettiva sulla superficie che lo rende resistente all’acqua e ad alcune sostanze chimiche. Anche per questo è il metallo più utilizzato dall’industria dei trasporti, dell’edilizia e delle costruzioni.

7. Atossico/Igienico

L’alluminio utilizzato come imballaggio è un materiale atossico, quindi privo di tossine o sostanze nocive che si potrebbero trasmettere all’uomo o al prodotto contenuto nell’imballaggio. Le sue caratteristiche di non tossicità sono state riconosciute dal primo momento in cui con questo metallo sono stati fabbricati i primi utensili per cucina.

8. Amagnetismo

L’alluminio è un materiale che non subisce l’influsso magnetico: questa caratteristica ne permette l’utilizzo per la costruzione di apparecchi come radio, radar e stereo.

9. Capacità riflettente

Grazie alla sua capacità riflettente, l’alluminio riesce a diffondere la luce proveniente dalla sorgente luminosa più vicina, riducendo così lo spreco energetico.

10. Leggerezza

A parità di volume, l’alluminio pesa circa 1/3 di rame e acciaio. Ecco il motivo per cui si usa l’alluminio per i mezzi di trasporto: minore è il peso da muovere, minore è il costo dello spostamento. Scopriamo qualche curiosità: i vagoni delle metropolitane sono fatti per lo più in alluminio, l’80% del peso di un aereo è dato dall’alluminio, circa 30.000 tonnellate di alluminio ogni anno sono destinate alla costruzione di treni ad alta velocità.